Download Castelli Di Rabbia by Alessandro Baricco, Riccardo Bocci, Audible GmbH PDF

By Alessandro Baricco, Riccardo Bocci, Audible GmbH

A Quinnipak c'è una locomotiva di nome Elizabeth, l. a. locomotiva del signor Rail. A Quinnipak si suona l'umanofono, lo strumento del signor Pekish. Quinnipak è un luogo dove chi vive o chi ci arriva ha una storia scritta addosso. Quinnipak è un luogo che invano cerchereste sulle carte geografiche. Eppure è là.

>> Questo audiobook in edizione integrale vi è offerto in esclusiva in keeping with Audible ed è disponibile solamente in formato audio digitale.

Show description

Read Online or Download Castelli Di Rabbia PDF

Similar audible audiobooks books

Mein Leben

Heute kennt guy Marcel Reich-Ranicki vor allem als wortgewaltigen Kritiker, der über viele Jahre mit der ZDF-Sendung "Das literarische Quartett" Literatur einem breiten Publikum nahe brachte. In seinen Memoiren lernt guy ihn als einen Menschen kennen, dessen Schicksal eng mit dem bedrückendsten Teil der Geschichte dieses Jahrhunderts verknüpft ist.

Das Wochenende

Ein Deutscher Sommer, die Vergangenheit wird lebendig. Nach zwanzig Jahren im Gefängnis ist er überraschend begnadigt worden. Christiane, seine Schwester, will sein erstes Wochenende in Freiheit mit einem Dutzend adjust Freunde feiern, in einer verfallenen Villa auf dem Land, ohne Reporter und Kameras.

Additional info for Castelli Di Rabbia

Example text

I - Sarà necessario organizzare un cantiere di un'ottantina di persone... Nel giro di un paio di mesi potremo metterlo in grado di funzionare. Quanto ai costi, il suo desiderio, perfettamente legittimo, di far correre la via ferrata in linea retta ci costringerà a qualche lavoro supplementare... dovremo studiare attentamente il percorso, ma è probabile che si rendano necessari degli scavi, alcuni terrapieni e, forse, perfino dei tunnel... In ogni caso crediamo che la cifra che troverà in questo foglio possa essere approssimativamente credibile...

Vibrava, Elisabeth, come il mondo prima di un temporale, mormorava qualcosa tra sé in una lingua sconosciuta, raccoglieva le forze per chissà quale balzo - sei sicuro che non esploderà? - No, non esploderà - era come se si comprimesse dentro cumuli di odio per poi scatenarli su quei binari silenziosi, o magari era invece voglia, desiderio, e allegrezza - certo era come un lentissimo e prodigioso piegarsi di un gigante impassibile che per scontare chissà quale pena fosse chiamato li a sollevare una montagna e gettarla nel cielo - è come quando Stitt mette su l'acqua per il té - sta' zitto Pit - è ugualela gran pentola che cucina il futuro - e quando alla fine quel fuoco là dentro bruciò tutta l'attesa di quei mille occhi e la macchina parve non poterne più di schiacciarsi nel cuore tutta quella violenza e quella spaventevole forza, allora, proprio allora, dolcissimamente, come uno sguardo, nulla di più, iniziò a scivolare, Elisabeth, come uno sguardo, pianissimo, sull'esattezza vergine dei suoi due binari.

E in effetti stava arrivando Elisabeth, mostro di ferro e di bellezza: legata sul ponte di una chiatta, risaliva in silenzio il fiume. Muta: questo era stupefacente. E lenta di un movimento non suo. Presa per mezzo dell'acqurc - qualcuno la butterà infine su due rotaie perché esploda la sua rabbia ai cento all'ora, vzolentando la pigrizia dell'aria. Un animale, si sarebbe potuto pensare. Una bestia feroce rubata a qualche foresta. Le corde che le segano i pensieri ed i ricordi - una gabbia di corde per farla tacere.

Download PDF sample

Rated 4.78 of 5 – based on 34 votes